Mi metterei le mani nei vostri capelli

 

L’idea di questa pubblicazione nasce dall’esigenza di portare fuori, “oltre il cancello” quello che succede ed è successo in questi ultimi anni “nella casa gialla di via della Gronda”: una Comunità di tipo familiare caratterizzata da una organizzazione e da rapporti interpersonali molto simili a quelli di una famiglia i cui elementi fondamentali sono la centralità dell’adolescente, la qualità della relazione educativa, il clima familiare e comunitario della residenza. Molti potevano essere i modi per condividere con l’esterno il clima e l’operato di questi anni, noi abbiamo voluto raccogliere le storie, le emozioni delle persone che hanno abitato in comunità, testimoniare un lavoro svolto con semplicità e qualità in un processo di costruzione di significati condivisi e di cambiamento, rimanendo attentamente legati ai bisogni, per fare in modo che questa comunità di giovani e di educatori, continui ad essere una realtà viva, in rete con gli altri servizi ed in relazione con le agenzie educative del territorio, le associazioni e la città tutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *