ISTINTIDISTINTI Mostra collettiva

Il filo conduttore che lega le opere presenti alla mostra del Centro Diurno Disabili Giuliana Martinelli è l’ISTINTO, il temperamento che risiede nell’anima di ciascun artista e che viene liberato attraverso un segno, un di-segno o un tratto che ognuno manifesta in modo strettamente personale. Ogni ospite del Centro, autore delle pitture che animano l’esposizione, ha a disposizione un luogo DISTINTO, uno spazio a lui dedicato che riflette le sezioni con cui appare suddivisa la mostra.

 

ISTINTIDISTINTI

Mostra collettiva

a cura del Centro Diurno Disabili Giuliana Martinelli

 

dal 14 al 22 giugno 2018

c/o Villa Gori

via della Misericordia 46 – Stiava

 

Inaugurazione con aperitivo

giovedì 14 giugno 2018

ore 17.00

 

Orari di apertura:

da lunedì a venerdì dalle 10.00 alle 12.00

18 e 21 giugno dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00

 

Info:

Tel. 0584 970183

Mail cdstiava.coopcrea@gmail.com

www.coopcrea.it

 

 

Dona il tuo 5×1000

Sostieni i progetti di inclusione sociale della cooperativa sociale C.RE.A donando il 5×1000:
a te non costa nulla, per noi conta moltissimo!

Anche tu puoi contribuire a sostenere i nostri progetti devolvendo il tuo 5×1000 alla C.RE.A: basta firmare nelle apposite caselle dei moduli della dichiarazione dei redditi (CUD, Unico 0 730) “Sostegno del volontariato…” ed inserire il codice fiscale della cooperativa: 00985350461

Il 5×1000 non è un versamento aggiuntivo e non determina maggiori imposte da pagare. Anche chi non fa la dichiarazione dei redditi potrà chiedere la scheda per il 5 per mille.

Dal 1982 la C.RE.A persegue, senza fini di lucro, l’interesse generale della comunità alla promozione umana ed all’integrazione sociale dei cittadini attraverso la gestione di attività socio sanitarie ed educative e di servizi. Il nostro 5×1000, come già accaduto negli ultimi anni,  è destinato al sostegno della Factory/CREA e dei progetti per il Dopo di noi.  5×1000 alla CREA

Contribuisci a costo zero a promuovere progetti di autonomia e di inclusione sociale promossi dalla cooperativa! Passaparola! 

Mostra Collettiva Ritaglio Doppio

Martedì 8 maggio inaugura la mostra realizzata attraverso il laboratorio di pittura dei ragazzi del centro diurno di socializzazione disabili Il Capannone gestito da Coop. Sociale C.RE.A. Il laboratorio, condotto in collaborazione con il pittore Giorgio Di Giorgio, è attivo da oltre quattro anni ed è divenuto nel tempo un appuntamento irrinunciabile per gli ospiti de Il Capannone.

Ritaglio Doppio è una collettiva di pittura che rappresenta la conclusione di un percorso iniziato nel 2016, sono in questo ambito esposte oltre cinquanta opere grafiche e pittoriche che raccontano le esperienze con il colore fatte dai ragazzi, coadiuvati dal maestro Di Giorgio. La mostra intende mettere in evidenza segni, immagini e figure che prendono vita da gesti colorati, in cui alcuni particolari dei dipinti sono estrapolati attraverso veri e propri tagli delle opere.

Il ritaglio incorniciato mette in evidenza un’emozione, un aspetto saliente del lavoro fatto su tela, cartoncino o carta da pacchi, da cui emergono case, soli, fiori, volti e arcobaleni cromatici senza tempo.

La mostra sarà allestita presso la sede della Bocciofila Migliarina in Via Petri a Viareggio (Quartiere Migliarina) da martedì 8 maggio a venerdì 25 maggio 2018. locandina mostra doppio ritaglio

 

ORARIO: tutti i giorni dalle 8.00 alle 19.00

INAUGURAZIONE: martedì 8 maggio – ore 10.30.

Info: tel. 0584-384556, info@coopcrea.it, www.coopcrea.it

 

 

Il CD Giuliana Martinelli partecipa alla Fiera del Carmine

Il Centro Diurno Disabili “Giuliana Martinelli” di Stiava informa con piacere che domenica 15 aprile, dalle ore 10:00 alle ore 19:00 circa, parteciperà alla Fiera del Carmine di Massarosa con un proprio banchetto espositivo.  Presso lo spazio destinato alla mostra agrozootecnica (nell’area limitrofa alla piscina comunale) saranno esposti i lavori artigianali realizzati nei vari laboratori dagli ospiti del Centro.
Il Centro Diurno è un servizio semiresidenziale che accoglie 11 persone disabili offrendo loro attività socio/riabilitative/educative ed assistenziali; le attività laboratoriali ed occupazionali, condotte da un’èquipe di operatori della cooperativa qualificati ed esperti, si inseriscono nel progetto generale del servizio, la cui programmazione ha la finalità di far acquisire, migliorare e /o mantenere le competenze cognitive, comportamentali e affettivo-relazionali degli ospiti. L’occasione della partecipazione alle iniziative pubbliche come la Fiera del Carmine è il momento per restituire e condividere con la comunità il lavoro svolto ogni giorno al centro.

I Nidi si presentano…

I Nidi si presentano… un’occasione per conoscere una realtà a misura di bambino/a

L’Ufficio Scuola del Comune di Pietrasanta, in collaborazione con le cooperative CO.M.P.A.S.S. e C.RE.A., offre ai genitori del futuri utenti la possibilità di visitare le strutture e conoscere il personale dei quattro nidi comunali ovvero “L’Aquilone” di Strettoia, “Il Castello” di Vallecchia, lo “Scubidú” di Città Giardino, il “Bambi” a Fiumetto.

Il distacco tra mamma e bambino per iniziare l’avventura del nido rappresenta sempre un momento delicato, di grossi pensieri per i genitori che si chiedono se hanno fatto la scelta giusta, se il bambino starà bene. E’ il primo, vero “distacco” tra mamma e bambino ed è giusto che avvenga nella massima informazione per le famiglie. Ecco perchè far conoscere ambienti e tate prima del grande passo.

Dalle ore 17 alle ore 19, il calendario prevede:

  • lunedì 9 aprile la visita del nido “L’Aquilone”
  • martedì 10 aprile al nido “Il Castello”
  • mercoledì 11 aprile il nido “Scubidú”
  • giovedì 12 aprile il nido “Bambi”

Ma non solo.

Sabato 21 aprile il chiostro di Sant’Agostino ospiterà un’intera giornata dedicata ai nidi (scarica l’invito completo Pietrasanta 21.04.18)

Dalle ore 10.30 sino alle ore 18 si terranno laboratori per bambini: dal laboratori di gioco espressivo a quello creativo, dal laboratorio di archeologia a quello esperienziale. Lungo il chiostro saranno esposti manufatti realizzati dai piccoli nell’anno educativo 2017/2018, e alle ore 16, in sala dell’Annunziata, si terrà la conferenza sul tema “Il nido come luogo per la costruzione di legami“.

Tutte le iniziative sono a ingresso libero.

C’ENTRA presenta: uno spettacolo interattivo per scuole

La Compagnia teatrale di CREA Coop. Soc. propone un’iniziativa sul tema dell’inclusione, una mattinata al Teatro dell’Olivo di Camaiore rivolta ad alunni e insegnanti delle scuole secondarie di 1° grado con l’obiettivo di riflettere attivamente e insieme ad ospiti e operatori dei Centri Diurni, come la diversità sia un importante opportunità di crescita per tutti noi.

Il gruppo teatrale è composto da circa 15 ospiti del Centri Diurni Disabili Il Capannone, Cimbilium, Giocoraggio gestiti dalla Cooperativa CREA. Il lavoro socio educativo attraverso il teatro è improntato a favorire una espressività libera, dove il linguaggio verbale non ha la priorità, anzi si tenta di privilegiare il corpo e il movimento, la musicalità della voce e l’immaginazione. Il laboratorio teatrale offre la possibilità di effettuare un percorso di crescita e di messa alla prova delle capacità individuali e di collaborazione di gruppo che promuove, nella restituzione al pubblico, un momento forte ed emozionante di integrazione con la cittadinanza.

 

Mercoledì 14 marzo 2018

dalle 10.30

Teatro dell’Olivo, Camaiore

 

CHE COS’E’?

Spettacolo/Studio per una messa in scena

a cura della Compagnia Teatrale della Coop CREA

a seguire

 

IL DOPO SPETTACOLO

Laboratorio interattivo ed animato con il pubblico sul tema de “L’inclusione”

a cura di Coquelìcot Teatro

 

Al Lucca Teatro Festival: Il teatro delle possibilità

Torna dopo il successo degli scorsi anni, dal 25 febbraio all’11 marzo 2018 la rassegna di teatro rivolto alle nuove generazioni: la quarta edizione del Lucca Teatro Festival – “Che cosa sono le nuvole?”, realizzato da La Cattiva Compagnia in collaborazione con Teatro del Giglio, Comune di Lucca e Provincia di Lucca e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Quest’anno la manifestazione conferma la propria crescita grazie al sempre più importante coinvolgimento del Comune di Capannori, che ospiterà alcuni eventi dedicati alle scuole al teatro Arté, e il Comune di Porcari, che in collaborazione con la Fondazione Cavanis ha inserito nel Lucca Teatro Festival il cartellone degli eventi del “Teatro per famiglie”, che vanno ad affiancarsi ad altri enti, come il Comune di Castelnuovo Garfagnana.

Il Festival cresce anche in durata, raggiungendo i quindici giorni di spettacoli, incontri e laboratori dedicati alle famiglie, alle scuole e ai giovani, per divertirsi e affrontare insieme importanti tematiche che aiutano a crescere e a dialogare.

All’interno della rassegna si mantiene anche il progetto Impossibile Arte Possibile, percorso esperienziale di inclusione sociale messo in atto mediante la realizzazione di laboratori teatrali rivolti a persone con disabilità o con problematiche relazionali. In questo ambito, sabato 10 marzo, C’ENTRA il Gruppo Teatrale di CREA Coop. Soc. condurrà un’attività rivolta a tutti e ad ingresso gratuito.

Nello stesso pomeriggio, dalle 14.00 alle 17.00, si alterneranno diverse realtà del territorio come: Accademia Europea dell’Opera, Laboratorio Brunier, L’Uovo di Colombo, Associazione Culturale VIII Laboratorio.

 

Il Teatro delle possibilità

Impossibile Arte Possibile

9-10 marzo 2018

dalle 14.00 alle 17.00

Sala Tobino c/o Palazzo Ducale, Lucca

 

TEATRO: Che cos’è? Studio per una messa in scena

17 dicembre 2017

Che cos’è? Studio per una messa in scena

 

Nell’ambito del IX Festival Nazionale di Teatro Amatoriale della Città di Montecarlo di Lucca, il gruppo teatrale C ENTRA composto da quindici ospiti dei Centri Diurni per disabili Capannone, Cimbilium, Giocoraggio, partecipano con lo spettacolo/performance Che cos’è? Studio per una messa in scena, regia di Paolo Simonelli.

 

Il Festival Nazionale Città di Montecarlo L’Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale, realizzato dalla F.I.T.A. Provinciale di Lucca, non è una mera rassegna di Teatro Amatoriale, bensì un’occasione di confronto originale tra i volontari che operano e vivono nel campo dell’associazionismo a scopo sociale e il mondo del teatro amatoriale. Nell’anno 2017 la F.I.T.A. Provinciale di Lucca organizza la nona edizione del Festival. Nelle 7 domeniche pomeriggio comprese fra il  12 novembre ed il  14 gennaio 2018, con una breve interruzione nel periodo natalizio, verranno presentati in sequenza una performance frutto di un’attività laboratoriale di Istituti Scolastici e di Associazioni legate al territorio che operano nel campo del sociale e che adottano il Teatro come terapia per affrontare e superare difficoltà ed handicap ed uno spettacolo, selezionato con un bando nazionale e proposto da una Compagnia di teatro amatoriale.

 

Il gruppo teatrale C ENTRA salirà sul palcoscenico domenica 17 dicembre alle ore 16.00
c/o Teatro dei Rassicurati – Via Carmignani, 14 – Montecarlo (Lucca)

 

Qui scaricabile l’intero programma della manifestazione: IX Festival Nazionale L’Ora di Teatro 2017 – libretto

 

Iniziative pubbliche per Sostenere l’Arcobaleno di Alan

Nel sostenere il progetto de L’Arcobaleno di Alan a favore dei bambini di Kobane, come già introdotto in questi giorni,

sono due in particolare gli eventi pubblici che C.RE.A promuove nel mese di dicembre:

 

16 dicembre 2017
Arcobaleno di Natale
Giornata solidale di festa, laboratori e merenda. Dalle 15.30 alle 18.30: Laboratorio espressivo: Costruiamo un albero solidale, letture per bambini: Alla scoperta di mondi fantastici, Una fetta tira l’altra: pandori e auguri di Natale, I doni di Babbo Natale. A seguire estrazione finale del cesto L’arcobaleno di Alan.
Organizzato da CIAF Ceccorivolta e CAG Kamaleonti
Orari: dalle 16.00 alle 18.30
c/o Via Vittorio Emanuele, 132 Camaiore

22 dicembre 2017
UN MATTONE PER KOBANE
C.RE.A sostiene L’Arcobaleno di Alan, progetto di raccolta fondi per la costruzione di un luogo di studio e vita per i bimbi di Kobane (Siria), e lo fa organizzando un’iniziativa solidale, con musica, teatro e dibattito. Dalle 19.00 incontro con lo scrittore e musicista Marco Rovelli sul Kurdistan, Kobane e l’Arcobaleno di Alan; ore 20 aperitivo conviviale, ore 21.00 letture teatrali di e con Elisabetta Salvatori, ore 21.30 le canzoni di Marco Rovelli. Per maggiori info su progetto: www.bimbidikobane.com
Orari: dalle 19.00 alle 22.30
c/o Il Capannone – Via Virgilio, 222 – Viareggio

 

UN MATTONE PER KOBANE: sosteniamo L’Arcobaleno di Alan

Raccolta fondi per la costruzione di un luogo di studio e di vita per gli orfani e bimbi di Kobane

 

Cari soci, socie e amici tutti,

si avvicinano le feste natalizie e anche quest’anno la Cooperativa sarà impegnata in molte iniziative rivolte agli utenti, alle famiglie e alla cittadinanza, per scambiarci gli auguri e concludere insieme il 2017.

Il nostro è sempre stato un Natale solidale perché lo è qualsiasi nostra attività e la nostra missione quotidiana. E la solidarietà non ha confini, il mondo intero è la nostra casa, l’attenzione e la cura degli ultimi che abbiamo accanto ci fa essere sensibili a tutte le ingiustizie.

Per questo la Cooperativa propone ai soci e a tutti i servizi del territorio, di aderire quest’anno ad un progetto di sostegno e raccolta fondi in favore dei bambini di Kobane, la città liberata dall’oppressione dell’estremismo islamico dell’Isis, da parte degli uomini – e soprattutto delle donne – della resistenza kurda.

Il progetto che intendiamo sostenere si chiama L’arcobaleno di Alan, dal nome del bambino di soli tre anni naufragato a settembre del 2015 sulle coste turche, mentre fuggiva con la sua famiglia dall’assedio di Kobane. La foto del suo corpo sulla spiaggia ha fatto il giro del mondo e la sua tragica fine è diventata un simbolo della crisi umanitaria siriana e dell’inadeguatezza delle politiche europee sull’accoglienza ai migranti.

Nella città kurda distrutta, oggi ci sono circa mille bambini che hanno perso entrambi o uno dei genitori e che hanno bisogno non solo del sostegno psicologico, ma anche di edifici per vivere, aule dove studiare, spazi gioco dove ritrovare un minimo di serenità.

Il Comitato di Ricostruzione di Kobane, insieme a WJAR (Fondazione Donne Libere del Rojava) e UIKI (Ufficio di Informazione del Kurdistan in Italia), hanno gettato perciò le fondamenta dell’Alan’s Rainbow ma i lavori sono stati interrotti a causa della mancanza di fondi.

 

Il costo totale del progetto è di 420 mila euro e ne mancano “solo” 120mila per terminarlo.

Anche noi possiamo dare il nostro contributo!

 

L’iniziativa che stiamo preparando, intitolata Un mattone per Kobane, si svolgerà il 22 dicembre al Capannone con questo programma:

ore 19.00: incontro con lo scrittore e musicista Marco Rovelli sul Kurdistan, Kobane e l’Arcobaleno di Alan

ore 20.00: aperitivo conviviale

ore 21.00: letture teatrali di e con Elisabetta Salvatori

ore 21.30: le canzoni di Marco Rovelli

 

Maggiori informazioni sul progetto si trovano sul sito www.bimbidikobane.com

Siamo certi che la Cooperativa dimostrerà di sapere comprendere l’importanza di un tale gesto di solidarietà concreta, dando corpo anche stavolta allo slogan che ci accompagna da tanti anni: indifferenti mai!

 

La Presidente

Venera Caruso