Giorno della Memoria 2018

Per mantenere la memoria di una ingiustizia tremenda, la C.RE.A da diversi anni promuove e partecipa a molte delle iniziative che si tengono sul nostro territorio e che ricordano lo sterminio dei disabili ad opera del nazismo, ora e sempre contro ogni discriminazione e contro ogni ingiustizia facciamo storia perchè quei fatti non debbano ripetersi. Qui trovate la locandina con gli appuntamenti che si terranno nel Comune di Camaiore.

Il 22 gennaio, alle ore 11,00 c/o l’auditorium dell’Istituto Chini Michelangelo di Lido di Camaiore Armando Sestani, operatore C.RE.A e vicepresidente ISREC, interverrà durante l’inaugurazione della mostra “Perchè non accada mai più. RICORDIAMO

Il 26 gennaio, alle ore 16,00, al Centro Diurno Disabili Cimbilium, gestito dalla cooperativa in via Fanin 11 a Camaiore, si terrà la conferenza “Vite indegne di essere vissute: Aktion T4 – un percorso di conoscenza“. L’ingresso è libero. 

 

Qui sotto tutte le iniziative del Giorno della Memoria e del Giorno del Ricordo 2018 in Provincia di Lucca:

https://www.provincia.lucca.it/news/ecco-le-iniziative-del-giorno-della-memoria-e-del-giorno-del-ricordo-2018

 

 

“Che cos’è?” spettacolo a Montecarlo – Lucca

Riprese dello spettacolo al IX Festival Nazionale di Teatro Amatoriale della Città di Montecarlo di Lucca.

Il gruppo teatrale composto da quindici ospiti dei Centri Diurni per disabili Capannone, Cimbilium, Giocoraggio vi ha partecipato con lo spettacolo/performance

“Che cos’è?” Studio per una messa in scena.

Organizzato da C ENTRA Compagnia Teatrale Coop. C.RE.A.

17 dicembre 2017
Teatro dei Rassicurati – Via Carmignani, 14 – Montecarlo (Lucca)

Smodem: Un Mattone per Kobane

Sosteniamo l’Arcobaleno di Alan

Questo numero di Smodem uscirà a Dicembre, per questo abbiamo voluto inserire nelle due pagine centrali il calendario del 2018. Nell’ultima pagina vi segnaliamo tutte le iniziative (o quasi tutte perché altre se ne aggiungeranno nei prossimi giorni) che intendiamo organizzare dal 7 dicembre fno al 6 gennaio: mercatini, feste e manifestazioni, rappresentano un modo per aprire le porte dei centri, delle case e dei nostri servizi e creare una relazione fra le persone, inseguendo sempre la nostra folle idea che la diversità sia un valore che vogliamo difendere e condividere con voi.

UN MATTONE PER KOBANE: sosteniamo L’Arcobaleno di Alan

Raccolta fondi per la costruzione di un luogo di studio e di vita per gli orfani e bimbi di Kobane

 

Cari soci, socie e amici tutti,

si avvicinano le feste natalizie e anche quest’anno la Cooperativa sarà impegnata in molte iniziative rivolte agli utenti, alle famiglie e alla cittadinanza, per scambiarci gli auguri e concludere insieme il 2017.

Il nostro è sempre stato un Natale solidale perché lo è qualsiasi nostra attività e la nostra missione quotidiana. E la solidarietà non ha confini, il mondo intero è la nostra casa, l’attenzione e la cura degli ultimi che abbiamo accanto ci fa essere sensibili a tutte le ingiustizie.

Per questo la Cooperativa propone ai soci e a tutti i servizi del territorio, di aderire quest’anno ad un progetto di sostegno e raccolta fondi in favore dei bambini di Kobane, la città liberata dall’oppressione dell’estremismo islamico dell’Isis, da parte degli uomini – e soprattutto delle donne – della resistenza kurda.

Il progetto che intendiamo sostenere si chiama L’arcobaleno di Alan, dal nome del bambino di soli tre anni naufragato a settembre del 2015 sulle coste turche, mentre fuggiva con la sua famiglia dall’assedio di Kobane. La foto del suo corpo sulla spiaggia ha fatto il giro del mondo e la sua tragica fine è diventata un simbolo della crisi umanitaria siriana e dell’inadeguatezza delle politiche europee sull’accoglienza ai migranti.

Nella città kurda distrutta, oggi ci sono circa mille bambini che hanno perso entrambi o uno dei genitori e che hanno bisogno non solo del sostegno psicologico, ma anche di edifici per vivere, aule dove studiare, spazi gioco dove ritrovare un minimo di serenità.

Il Comitato di Ricostruzione di Kobane, insieme a WJAR (Fondazione Donne Libere del Rojava) e UIKI (Ufficio di Informazione del Kurdistan in Italia), hanno gettato perciò le fondamenta dell’Alan’s Rainbow ma i lavori sono stati interrotti a causa della mancanza di fondi.

 

Il costo totale del progetto è di 420 mila euro e ne mancano “solo” 120mila per terminarlo.

Anche noi possiamo dare il nostro contributo!

 

L’iniziativa che stiamo preparando, intitolata Un mattone per Kobane, si svolgerà il 22 dicembre al Capannone con questo programma:

ore 19.00: incontro con lo scrittore e musicista Marco Rovelli sul Kurdistan, Kobane e l’Arcobaleno di Alan

ore 20.00: aperitivo conviviale

ore 21.00: letture teatrali di e con Elisabetta Salvatori

ore 21.30: le canzoni di Marco Rovelli

 

Maggiori informazioni sul progetto si trovano sul sito www.bimbidikobane.com

Siamo certi che la Cooperativa dimostrerà di sapere comprendere l’importanza di un tale gesto di solidarietà concreta, dando corpo anche stavolta allo slogan che ci accompagna da tanti anni: indifferenti mai!

 

La Presidente

Venera Caruso

Fare breccia nei mercati privati di cura: con quali chiavi di ingresso?

Martedì 21 novembre 2017
Convegno annuale della rete UP – Umana Persone
a Firenze all’Educatorio del Fuligno

 

Il programma prevede la mattina, a partire dalle 9.30, la presentazione dei risultati della ricerca UP Umana Persone – Ipsos “I bisogni di welfare delle famiglie con necessità di cura conclamate”. Nei mesi scorsi Ipsos ha infatti condotto per conto della rete UP un’indagine mirata ad analizzare i bisogni di cura delle famiglie e le strategie adottate per fronteggiarli, rivolgendosi a tre diversi target: famiglie con bambini nella fascia di età 0-10 anni, famiglie con anziani non completamente autosufficienti e famiglie con disabili.

Interverranno Luca Comodo e Gabriella Scarcella, dell’Istituto di ricerca Ipsos, Eleonora Vanni, Presidente Nazionale Legacoop sociali, Marco Paolicchi, responsabile Legacoop sociali Toscana, Anna Zattoni, Presidente di Jointly-Il welfare condiviso e Luca Terrosi, Presidente della rete Umana Persone.
La mattinata si concluderà con l’intervento dell’Assessore regionale Stefania Saccardi.

 

Nel pomeriggio, a partire dalle 14, i partecipanti al convegno si riuniranno in gruppi di lavoro per un approfondimento sui mercati di cura dell’infanzia, della disabilità e della vecchiaia.

 

/http://www.umanapersone.it/

CONVEGNO ANNUALE DI UP UMANA PERSONE

Festeggiamo insieme l’estate di San Martino

Il Centro Diurno Disabili Il Capannone vi invita Venerdì 10 novembre, nei locali dell’oratorio di San Paolino a Viareggio, per  festeggiare insieme l’estate di San Martino dalle 15,30 alle 18,30. Ecco la locandina: 10.11.2017 Castagnata

Il Dopo di Noi in Toscana… pronti, via … si parte!

 

C.RE.A parteciperà al seminario del prossimo 28 ottobre 2017 che si terrà a Firenze (dalle 09 alle 13) promosso dal Di Poi, il Coordinamento Regionale delle organizzazione attive nel Durante e Dopo di Noi a cui la cooperativa aderisce dal 2015.
In particolare sarà presentata nell’ambito delle buone prassi toscane sul Dopo di Noi, l’esperienza condotta in Versilia nell’ambito della sperimentazione regionale (DGRT594/2014) denominata “FACTORY/CREA: laboratorio residenziale per sperimentare autonomie.

Qui il volantino dell’iniziativa: Seminario DiPoi – Firenze

“Che cos’è?” Studio per una messa in scena

Un fiore. E’ piccolo, è giallo. Qualcuno si avvicina, lo prende e inizia a cercare.”

Vogliamo condividere con il pubblico un momento del nostro lavoro. Siamo ancora lontani dal presentare un prodotto da ritenersi definitivo e in fondo questo non rappresenta per noi il vero obbiettivo, ma siamo molto felici di condividerlo. Il gruppo teatrale è composto da circa 15 ospiti del centri diurni disabili “Capannone”, “Cimbilium”, “Giocoraggio” gestiti dalla cooperativa CREA.

 

Smodem – Giovani Insieme 1/2017

Giovani Insieme… Le sfide che fanno crescere” è il titolo del primo numero del 2017 di SMODEM, il periodico pubblicato dalla C.RE.A cooperativa sociale come strumento di informazione, promozione e confronto sui temi del lavoro sociale.
Il numero è dedicato interamente al mondo dei giovani, alle esperienze condotte nei servizi gestiti dalla cooperativa a Camaiore e Viareggio, a raccogliere i bisogni ed i punti di vista dei ragazzi accolti ed a far conoscere sperimentazioni di partecipazione giovanile come i Consigli Comunali dei Ragazzi.