CREA cooperativa sociale - Viareggio

Giornata della Memoria 2017

Comunicazione



VITE INDEGNE DI ESSERE VISSUTE

La soppressione dei disabili psichici e fisici ad opera del nazismo


Incontro pubblico di approfondimento


Saluti Istituzionali:

C.RE.A cooperativa sociale

Comune di Viareggio

ANPI Viareggio

ISREC Lucca


Relaziona:

Armando Sestani – Operatore C.RE.A coop.

sociale e Vicepresidente ISREC Lucca


Nella Germania nazista i disabili sici e psichici erano considerati un peso inutile per lo Stato che non poteva e non voleva spendere soldi per mantenere in vita "persone la cui vita non era degna di essere vissuta”.

La cooperativa C.RE.A da anni porta avanti un progetto di informazione e conoscenza del tema per gli alunni delle scuole della Provincia di Lucca.

In collaborazione con l’ANPI di Viareggio e con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea in Provincia di Lucca (ISREC).


 

L'anno che verrà della CREA


Siamo a dicembre, mese di bilanci di quanto è stato fatto e di programmazione delle attività future e degli obiettivi per l’anno che verrà. Ed è il momento degli auguri a tutti noi, operatori, soci e utenti, auguri che quest’anno hanno il sapore dei legumi prodotti sui Monti Sibillini, come gesto concreto di solidarietà nei confronti delle popolazioni terremotate. Ceci e zuppe di un’azienda agricola biologica di Pieve Torina, comune marchigiano fra i più colpiti dal sisma. Ma non solo: grazie all’asta delle opere pittoriche realizzate dagli ospiti del Capannone, organizzata insieme all’associazione Arca, abbiamo raccolto 506 euro che sono stati inviati direttamente al conto corrente del Municipio. 

Fra le altre iniziative natalizie, ricordiamo a Viareggio i mercatini al Centro Giocoraggio in via XX Settembre 174 e al Capannone in via Virgilio 222, aperti fino al 5 gennaio. E le feste nei vari centri come quella per il 25° della Comunità Alloggio in via della Gronda 147, martedì 20 dicembre a partire dalle 16, dove educatori e ragazzi invitano la cittadinanza per un brindisi. La casa famiglia accoglie nove minori su disposizione dell’autorità giudiziaria e dei servizi sociali e ha due posti riservati ai casi di abbandono o di fuga.

Di questo 2016 che volge al termine, va ricordato in particolare l’avvio del progetto Factory CREA a Viareggio, in via della Migliarina 23, dove la cooperativa ha acquistato un immobile, che tuttora viene gestito con risorse proprie, coi contributi del 5×1000 e con le donazioni.

La Factory, un po’ fabbrica, un po’ fattoria, una residenza ma anche un centro di studio e di incontro, è il nostro cammino verso il futuro e verso nuovi modelli di servizi, accanto ai familiari delle persone disabili. E’ la risposta al bisogno di autonomia degli utenti e di speranza per le famiglie che guardano al “dopo”.  Il progetto ha visto 34 inserimenti, sei soggiorni e 44 giornate di “prova”. La struttura ha sei posti dedicati all’autonomia in residenzialità e due per la pronta accoglienza e ricoveri di sollievo. Completano il luogo un ampio giardino, un piccolo orto, una stanza per i lavori manuali e persino una sala del benessere dove, dal prossimo anno, vogliamo svolgere attività aperte a tutti: danza, bagni di gong, yoga, musica. 

Tante esperienze e attività, ma ciò che per noi resta importante è avere sempre accanto cittadinanza, soci e collaboratori, i nostri ragazzi e le loro famiglie.

Buone feste e buon 2017 a tutti!

   

Le nostre pubblicazioni

Comunicazione

Cliccando qui potete vedere tutte le nostre pubblicazioni (quasi tutte...)